Materiali dal Messico



Baja California

Gringolandia!

::Agosto 2005::

Cabo Pulmo Raggiungere il Parque Marino Nacional Cabo Pulmo è un'impresa e un'avventura. Cabo Pulmo è un angolo isolato di mondo, da molti considerato il luogo più spettacolare della costa est della zona del Capo. Si trova nella Baja California Sur, si affaccia sul Mar de Cortéz ed è circondato dall'unico tratto di barriera corallina della costa occidentale del Nord America. Gli autobus Aguila che partono da San José del Cabo e percorrono la statale Mex 1 in direzione La Paz, scaricano i passeggeri a Las Cuevas (costo del biglietto 45 pesos) in pieno deserto, nel mezzo del nulla. Da qui bisogna arrangiarsi perchè non esiste mezzo pubblico per Cabo Pulmo, in quanto la strada non asfaltata e piena di curve è difficoltosa e percorribile da pick up e jeep. C'è una sola soluzione: l'autostop, da tutti data per scontata e ritenuta prassi consolidata da queste parti.
Zona di conquista Los Cabos, definita dai messicani Gringolandia per la presenza di americani residenti, molti dei quali ceffi poco raccomandabili. Si incontrano nei rari mini super lungo la strada, intenti ad ubriacarsi e blaterare in gergo Yankee, che i messicani del luogo hanno adottato come se fosse la lingua del posto.
Ma non si parlava spagnolo in Messico?!
E poi i costi sono molto più elevati che nel resto del territorio nazionale, ma tant'è, come dicono i locali, qui siamo a Caro San Locos (Cabo San Lucas), dove l'alterazione alcolica si sposa con la ricchezza, dove tutti i prezzi sono espressi in dollari e navigare su Internet costa 8 US$ l'ora.
Il tratto di pista ghiaiosa attraversa scenari desertici spettacolari, roccia calcarea colonizzata da giganteschi cactus, fino alla baia di Cabo Pulmo che appare all'improvviso nella sua impressionante bellezza. Il villaggio, composto di poche case e strade di sabbia, offre sistemazioni essenziali, due diving center e niente altro. Da Nancy's si affitta una casita col tetto di palapa per 400 pesos (32 Euro circa). Bagno privato, letto matrimoniale e ... niente ventilatore o aria condizionata, così non meraviglia che la proprietaria, americana anch'essa, abbia piazzato il suo letto fuori della cabaña per trascorrervi la notte. Il caldo infernale, accompagnato da sospetti rumori sul tetto di paglia (animali notturni non meglio identificati) rendono impresa ardua dormire dentro! In compenso sdraiarsi la sera su un comodo camastro (lettino da sole), quando tutte le luci sono già spente da ore e il silenzio della notte avvolge l'anima, regala la vista di un cielo stellato che si può toccare, attraversato da scie luminose di astri cadenti, forieri di buena suerte per trepidanti desideri.
El buceo, immersioni subacquee nella barriera corallina, raggiunge siti poco frequentati. Ci si immerge in un ambiente ancora vergine e pieno di vita marina. A El Bajo non è raro imbattersi in grandi mante e nuotare tra murene fuori tana, grandi cernie e razze. A El Cantil occhio ai pesci pietra perfettamente mimetizzati! Dal fondo sabbioso sbucano decine di garden eels, sottili murene che si nascondono repentinamente al passaggio dei subacquei. Con Cabo Pulmo Dive Center due immersioni con affitto dell'attrezzatura costano 85 US$. E' l'unico che accetta il pagamento con carta di credito, con l'aggiunta del 5% di commissione.
Luogo d'elezione da finis terrae, l'unico interrogativo che sfiora la mente è: ma come si fa ad andare via da qui?

 


Questo/a opera pubblicato sotto una Licenza Creative Commons. | info@ | Disclamer | Policy privacy |