Materiali dalle Azzorre


::Agosto 2014::

Portogallo - Azzorre - Ilha do Pico
Alla corte della Principessa Alice

Jamanta è stata scelta come damigella alla corte della Principessa Alice. E' vestita di verde smeraldo, è una danzatrice classica, dalle movenze languide e voluttuose. Non è sola. Interpreta una coreografia corale insieme alle altre ancelle, nuotando sinuosa intorno alla vetta di una montagna sottomarina, Princess Alice, la Principessa Alice. Si staglia nel bel mezzo dell'Atlantico a 45 miglia nautiche dal porto turistico di Ilha do Pico. La traversata in pieno Oceano si percorre in due ore e mezzo, sfidando la forza del vento che agita il mare. E' un'avventura da hard divers, da uomini duri. All'arrivo, la silhouette delle jamantas, mobule tarapacane, traspare dal blu iridescente dell'acqua, che riflette i raggi del sole. Si scende scivolando lungo la cima di ancoraggio. Qui le correnti sono violente e imprevedibili. Non vale neanche la pena di rischiare: le mobule girano in tondo a pochi metri dalla superficie, adulano la Principessa e gli ospiti a corte, che assistono immobili alla parata. Con attitudine di umiltà e reverenza, attendono ai giri di giostra di questo ballo ipnotico con la speranza di esserne coinvolti, con l'intento di esserne degni.


E le mobule di Princess Alice li accontentano e li incantano. Li circondano di leggiadria e li avvolgono di sensualità. Volano in gruppo, con il movimento lento e sincronizzato delle morbide pinne pettorali che sembrano ali. Le chiamano Devil Ray, diavoli di mare, ma sono angeli, gli angeli dell'Oceano. Restano qui per ore, a danzare, a portare la Buona Novella. E premiano gli audaci, coloro che resistono alla tentazione di inseguirle. Li identificano, li scelgono dopo averli messi alla prova. E dopo averne constatato la pazienza, chiamano il gruppo a raccolta. Prendono posizione, ognuna con il proprio ruolo nella coreografia, e improvvisamente, gentilmente irrompono dal blu, si avvicinano ai subacquei e li accarezzano da tutti i lati, aprendosi in un balletto rotatorio che ha la memoria antica di uno spettacolo di danza greca in un anfiteatro. Le mobule di Princess Alice raccontano così la vita di corte, dove eleganti cerimonie ritualizzate accolgono gli ospiti. E anche loro, alla fine dell'immersione, si sentono un po' principesse.

Questo/a opera pubblicato sotto una Licenza Creative Commons. | info@ | Disclamer | Policy privacy |