Materiali dall'Australia


::Estate 2012::

Western Australia - Notizie brevi

All'ingresso di ogni località del Western Australia si trova l'Information Bay, una piazzola al lato della strada con tutte le informazioni utili relative al luogo che si sta per visitare. Corredata da foto, descrizione e storia, accoglie il viaggiatore straniero con l'alta qualità di un impeccabile servizio di pubblica utilità, caratteristica peculiare del sistema Australia.

Alle porte delle città del Western Australia è collocato il cimitero. La continuità con gli antenati.

Le città del Western Australia sono classificate a seconda del grado della qualità della vita. Margaret River ha ottenuto il premio di migliore livello di vivibilità nel 2011 ed è stata definita Top Town.

Nei supermercati IGA non sono in uso i sacchetti di plastica, ma scatole di cartone riciclate dagli imballaggi per portare a casa la spesa. Ad Exmouth sono in vendita sportine ecologiche in tessuto. E con la spesa si ottiene uno sconto per la benzina in percentuale proporzionale all'importo. La benzina costa meno che in Italia, 1,20 € circa al litro.

In tutto il territorio del Western Australia, sia urbano che extraurbano, sono a disposizione Public Toilet segnalate dalla cartellonistica stradale. Sono sempre pulite, dotate di carta igienica e sapone. L'uso è gratuito. E pensare che in Italia per andare in bagno bisogna pregare i gestori dei bar, non senza aver consumato per forza prima qualcosa e aver subito la mortificazione di sguardi e sbuffi insofferenti solo perché non esistono bagni pubblici da nessuna parte. In barba al servizio pubblico e al welfare state, ormai smantellato dalle nostre parti.

In Australia il divieto di fumo applicato alle case e a tutti i luoghi chiusi è esteso fino a 5 metri dall'ingresso dei locali. Ci si può comunque sedere comodamente sulle panchine dei giardini per farsi una fumata! Un pacchetto di sigarette da 25 può arrivare a costare 18 AUD (circa 15 €) in Australia. Un vero salasso!

A proposito di fumo, anche se si rispetta il divieto, dentro le case l'allarme antifumo scatta lo stesso. Basta ad esempio un tostapane che tarda a spegnersi per la temperatura regolata troppo alta. L'allarme sonoro è assordante ed esagerato.

Gli australiani adorano l'italiano e s'imbarazzano moltissimo di non saperlo parlare e di sottoporre i turisti italiani all'ardua comprensione del loro inglese e del loro accento, consapevoli della difficoltà cui uno straniero di lingua neo-latina va incontro.

E' altrettanto vero che ci vuole un pò di umiltà e che è meglio non improvvisarsi detentori di una lingua straniera che si conosce solo superficialmente. Si eviterebbero così magre figure come quella di un turista italiano, alquanto presuntuoso, che ha tradotto disinvoltamente "slippery danger" (pericolo di scivolare) con "pericolo per quelli che dormono (sleeping), quelli che stanno in tenda!" Che fantasia! Oppure quello che ha scambiato per un incitamento a gridare il segnale stradale che porta la scritta "Grid", che non è altro che una grata sul selciato! La mancanza di conoscenza di lessico porta anche ad inventare soluzioni sul momento, come nel caso in cui non si conosce il significato della parola "verge" (bordo) dove è richiesto di mettere i cassonetti dell'immondizia a giorni precisi per il camion della raccolta dei rifiuti. In questo caso, basta imitare quello che fanno i locali. Ma noi, si sa, siamo un popolo di improvvisatori, che con l'arte di arrangiarci riusciamo sempre a cavarcela. E riscuotiamo anche le simpatie altrui, facendo leva su alti livelli d'indulgenza!

In alcuni Parchi Nazionali, come il Francois Peron di Shark Bay, c'è un servizio self-service per il pagamento della tassa d'ingresso. Basta compilare una busta con i propri dati (Fee Registration Envelope), metterci dentro i soldi ed infilarla nella buchetta dell'urna. Qui il grado di civiltà arriva a livelli davvero inconcepibili per noi! In alternativa si può acquistare presso i Visitor Centre o il Department of Environment and Conservation office (DEC) un Holiday Park Pass (40 AUD per quattro settimane) che permette ingressi multipli in numerosi Parchi Nazionali del Western Australia.

In Western Australia non si paga il pedaggio autostradale.
In Western Australia il clima lo fa il vento.

Attenzione ai limiti di velocità! Anche per un solo chilometro di eccesso, arrivano multe salatissime spedite per lettera in Italia

Gli australiani hanno la passione della pesca. Ovunque si trovino, lanciano l'esca in acqua e stanno lì, seduti sui loro sgabellini, con la canna in mano per ore. A Kalbarri i pellicani si avvicinano piano piano, facendo gli indifferenti. Gli si piazzano di fianco e aspettano che qualcuno, mosso a compassione, gli infili un pesce nell'enorme becco spalancato!

Sulle strade del Western Australia circolano camion della lunghezza di 36 metri. I cosiddetti "oversize" o "road train" sono un vero problema ed i sorpassi per liberarsene sono da cardiopalmo!

A Fremantle, Freo per gli australiani, il Catbus (linee rossa e verde) è un servizio di autobus gratuito. Collega il centro città con le banchine del porto e le altre spiagge.

All'aeroporto internazionale di Perth, quando scatta l'allarme "antiterrorismo", gli altoparlanti urlano per interminabili minuti minacciosi avvisi ai viaggiatori in attesa. Meno male che nessuno ci fa troppo caso! La preoccupazione per la "sicurezza" rasenta a volte la paranoia.

Questo/a opera pubblicato sotto una Licenza Creative Commons. | info@ | Disclamer | Policy privacy |