Materiali da Yemen


::Luglio 2010::

Yemen

Informazioni pratiche

Update: Settembre 2011, vista la situazione di instabilità politica del paese, prima di intraprendere qualsiasi viaggio, si consiglia di consultare i vari siti di informazione internazionali. www.viaggiaresicuri.it

Come arrivare. Con la compagnia di bandiera Yemenia Airways da Roma Fiumicino con destinazione Sana'a. La durata del volo é di circa sei ore. La franchigia bagaglio da stiva é di 20 chilogrammi.

Dogana e documenti. All'aeroporto internazionale di Sana'a il controllo dei bagagli e dei documenti d'ingresso é lento e meticoloso. Per entrare in Yemen é richiesto il visto. Il passaporto deve avere validità di almeno sei mesi oltre la data di fine viaggio. Per circolare fuori dalla capitale Sana'a sono necessari permessi turistici, rilasciati dalle autorità locali (se ne occupano i tour operator).

Valuta. La valuta nazionale é il Riyal Yemenita (cambio Agosto 2010: 1 Euro = 310 Riyal). Gli euro sono largamente accettati anche nei suq di Sana'a e dintorni.

Telefono. La rete GSM copre la capitale Sana'a e le zone limitrofe. Non ha copertura nel Mar Rosso, sul versante occidentale del paese. Telefono satellitare in barca, per le urgenze.

Clima. Nei mesi di luglio e agosto é la stagione delle piogge. Temporali intensi ma di breve durata. Sulle coste del Mar Rosso Yemenita venti costanti, a volte torridi, venti del deserto. Tra ottobre e maggio l'aria é più secca e le temperature sono rigide sugli altipiani.

Lingua. La lingua ufficiale é l'arabo. Diffuso l'inglese solo nelle città. Poche parole nell'idioma nazionale possono aiutare a stabilire un contatto e saranno molto gradite. Salam Alekum per salutare, Shukran per dire "grazie", Afuan per dire "prego".

Fuso orario. Lo Yemen è due ore avanti rispetto all'Italia, un'ora quando in Italia é in vigore l'ora legale.

Crociera subacquea. Le immersioni agli arcipelaghi di Kamaran e Zubayr, nel Mar Rosso, sono possibili durante tutto l'anno. Da agosto a settembre é la stagione delle mante e degli squali balena. Durante i nostri mesi estivi il mare é molto caldo (32° costanti fino a 40 metri di profondità).

Con chi andare. Il Boreas of Katharina (dal greco Bora, vento del Nord, e Katharina, dal nome della vecchia barca del capitano), é una splendida goletta di 38 metri a tre alberi, costruita nel 1998 e sottoposta a completa manutenzione nel 2009. Il capitano Maurizio Pazzelli é nato e vissuto ad Asmara, Eritrea, ed é profondo conoscitore del Mar Rosso, quello più inedito e meno frequentato come Yemen, Gibuti, Eritrea e Sudan. e, come un vero e proprio pioniere, scopre paradisi di cui non si sospetta l'esistenza. Successore, dopo 100 anni, di Henry De Monfried, www.henrydemonfried.com Uomo di grande esperienza, ha la capacità di emozionare perché trasmette agli ospiti del suo lussuoso veliero il suo stesso spirito d'avventura. Rude e sentimentale, ironico e burbero, é alla ricerca costante di spazi incontaminati ed inesplorati, destinazioni tutte da scoprire, fuori dalle rotte già percorse. Con la sua audacia, regala ai viaggiatori curiosi ed arditi esperienze di terra e di mare uniche ed indimenticabili. A bordo i servizi sono di altissimo livello e di estremo comfort, dalle comode cabine, alle zone relax e all'area diving. I ragazzi dell'equipaggio sono professionali e gentilissimi. Con loro Maurizio ha un rapporto quasi paterno, di grande affetto, ma anche di estrema responsabilizzazione. L'attenzione scrupolosa e l'interesse a soddisfare le esigenze e i desideri degli ospiti, fanno del Capitano una persona attenta e motivata, sempre alla ricerca dell'eccellenza. Ha a cuore il benessere dei suoi clienti e ci tiene a stupirli, ad incantarli. E ci riesce, puntualmente, conducendoli in luoghi del mondo che meravigliano ed incantano.

Mance. Sempre molto gradite le mance da consegnare all'equipaggio della barca, altamente meritorio.

Cucina. La cucina a bordo del Boreas of Katharina, é degna del più raffinato gourmet, sempre ricca di delizie per il palato. Crostacei e pesce crudo freschissimo (king fish e tonno) sono accompagnati da variegati contorni e piatti di portata serviti tutti insieme, nel tipico stile yemenita. Tra le specialità locali, da assaggiare l'ishta, annone, un frutto molto simile al nostro melograno e il taruk, tradizionale pane yemenita cotto al forno a legna, fragrante e croccante. A Sana'a il ristorante Zeyna Food, gestito da Maha, moglie del Capitano, offre prelibati manicaretti e squisiti succhi di frutta naturali (ottima la limonata!)

Dove dormire. A Sana'a la Casa del Viaggiatore é un progetto per la ristrutturazione di case yemenite nello stile architettonico tradizionale. Maurizio Pazzelli, con il supporto tecnico/artistico della moglie Maha, la piu’ famosa disegnatrice di moda e di arredamento Yemenita, ne ha già ristrutturata una nel centro di Sana'a, curata nei particolari dell’originale architettura e del raffinato arredamento. E' un palazzo a torre, con quattro stanze per gli ospiti, ciascuna fornita del suo bagno. Ricercato nei minimi dettagli, l'edificio ha i muri imbiancati con il gesso, una cucina accessoriata per la colazione a disposizione dei clienti, un salotto impreziosito da eleganti divani e il terrazzo che sovrasta un panorama mozzafiato. Giardini e minareti, case nel tipico stile locale, costruiti in terra cruda, pietra e mattoni d'argilla cotti al sole. Il progetto delle "Boutique Guest Houses" ha il patrocinio del Ministero del Turismo dello Yemen e si prefigge l'obiettivo di estenderlo nelle principali località del paese, sul modello marocchino.

Costume e società. Lo Yemen é un paese islamico, con rigide regole tradizionali. E' opportuno indossare un abbigliamento misurato, adeguato alla morale e alla religione, ed evitare di scattare fotografie alle persone, soprattutto alle donne, senza previo permesso. Rispetto dei costumi locali e discrezione sono l'atteggiamento da assumere ovunque.

Questo/a opera pubblicato sotto una Licenza Creative Commons. | info@ | Disclamer | Policy privacy |