Materiali da Bahamas


::Dicembre 2012/Gennaio 2013::
Bahamas
Nassau-New Providence
Informazioni pratiche per il viaggio

Come arrivare. Collegamenti da/per la vicina Florida con la compagnia di bandiera Bahamasair. La franchigia bagaglio da stiva è di 22 kg. All'arrivo nell'aeroporto internazionale Lynden Pindling di Nassau in attesa taxi e limousine. Una corsa in taxi per gli hotel più vicini costa in media 10 Dollari Bahamiani (o Dollari Usa) più 2 dollari per i bagagli. Le tariffe sono fissate dal governo e calcolate in base alla distanza. Vale la pena informarsi all'arrivo. In alternativa, si può noleggiare un'automobile. Le maggiori compagnie hanno sportelli in aeroporto. Il costo di una macchina di piccola cilindrata si aggira sui 50 € al giorno. E' molto comoda, soprattutto se si alloggia fuori da downtown. Infatti i jitney, minibus privati adibiti al trasporto pubblico, coprono soltanto poche zone e ad orari precisi. Alle Bahamas la guida è a sinistra (retaggio della colonizzazione inglese), ma la maggior parte delle auto, di provenienza americana, ha il volante a sinistra e non a destra!

Dogana e documenti. Passaporto in corso di validità e per almeno sei mesi oltre la data di rientro. Non è richiesto alcun visto ai cittadini italiani. Controlli minuziosi di sicurezza all'imbarco per gli Stati Uniti. Il negozio My Ocean dell'aeroporto di Nassau offre una ricca varietà di saponette alla glicerina fatte a mano con i profumi delle piante delle Bahamas. Le confezioni Made in Bahamas a forma di conchiglia e i cestini artigianali sono davvero graziosi, nonostante gli aromi siano molto acri, per olfatti forti! Ma per un regalo last minute, vanno benissimo.

Valuta e costo della vita. La moneta nazionale è il Dollaro delle Bahamas (BSD) di valore equivalente al Dollaro statunitense (USD). Si può pagare indifferentemente con l'una o l'altra valuta. Attenzione: spesso il resto viene dato in dollari delle Bahamas, che vanno spesi nel paese prima della partenza poiché non sono accettati da nessun'altra parte. A Nassau si può usare la Carta di Credito per la maggior parte delle spese, ma l'uso dei contanti permette di risparmiare le salate commissioni bancarie applicate. Le Bahamas sono abbastanza costose, ma fare la spesa nei fornitissimi City Market ridimensiona notevolmente il budget da stanziare. In tutti i supermercati l'aria condizionata, anche in pieno inverno, è sparata al massimo. Sembra di entrare in un frigorifero!

Telefono. La rete GSM 1900 in uso alle Bahamas non è compatibile con il sistema di telefonia mobile italiano, a meno che non si possegga un cellulare quad band. E anche in questo caso le comunicazioni sono lente e difficoltose, così come il collegamento ad Internet.

Corrente elettrica Alle Bahamas la corrente elettrica é di 120 Volt. Le prese di corrente sono a due lamelle piatte. Conviene procurarsi un adattatore per mettere in carica telefoni e macchine fotografiche.

Clima. Le stagioni alle Bahamas sono equivalenti alle nostre. Il rischio di uragani interessa l'autunno, da agosto a novembre. I mesi invernali sono soleggiati di giorno e freschi di notte ed è il periodo migliore dell'anno. Si evitano zanzare e insetti vari e in più si assiste al Junkanoo (S. Stefano e Capodanno), la colorata festa nazionale di strada delle Bahamas che si svolge nella splendida cornice dell'affascinante Nassau coloniale.

Lingua. Inglese, con qualche inflessione creola.

Fuso orario. Nassau è sei ore indietro rispetto all'Italia.

Dove dormire.L'Orange Hill Beach Inn, situato a pochi minuti dall'aeroporto di Nassau sul fianco di una collina, è una deliziosa guesthouse che offre diverse tipologie di accomodation. Gli studios al piano di sopra, accessoriati con cucinino e balcone privato, sono spaziosi e comodi. Ogni giorno le gentili signore dell'housekeeping puliscono le camere e, a richiesta, fanno la lavatrice per pochi dollari. La laundry è al piano di sotto corredata di asciugatrice. Le telefonate locali sono gratis così come il collegamento ad Internet. I proprietari di origine irlandese sono gentilissimi e sempre pronti ad aiutare gli ospiti, per l'organizzazione del diving o il noleggio dell'auto ad esempio. Solo qualche tignoso turista americano può, saltuariamente, disturbare la quiete e l'amabilità del posto lamentandosi alla reception del volume delle voci del vicino di casa (i balconcini sono attaccati l'uno all'altro), probabilmente per una sorta d'invidia per chi è più allegro di lui!
L'Orange Hill è la migliore opzione di Nassau per i subacquei e i viaggiatori zaino in spalla. Il prezzo è contenuto e si aggira sui 151 dollari a notte in alta stagione per uno studio con cucina. Al piano di sotto l'ingresso della guesthouse ha l'insegna "Fawlty Towers", che collega il ristorante, il bar self service e uno splendido patio esterno con panchine e tavolini di pietra da cui si assiste a spettacolari tramonti infuocati. Attraversata la strada, si può godere della spiaggia, su cui si affacciano i cottages, sempre poco affollata se non da famiglie locali. L'unico neo è rappresentato dai sandflies, i moschini della sabbia, che pungono in maniera subdola e creano prurito per alcuni giorni. Poco male quando si gode di una baia tranquilla e solitaria affacciata su un mare incantevole!

Mance. E' consuetudine lasciare la mancia a Nassau nell'ordine del 10/15% ad autisti di pulmini, capitani delle barche e guide subacquee e a chiunque offra un servizio.

Pericoli. Nassau è per lo più un posto molto tranquillo, escluso per la zona a sud di Downtown, Over the Hill, dove è sconsigliabile girare da soli di sera per problemi di criminalità associati allo spaccio di droghe. Per altro in giro si trovano affissi cartelli per il "monitoraggio del crimine", come ad avvisare e rassicurare i viaggiatori. Ogni tanto qualche topo fa capolino tra le strade dell'isola. Non bisogna farci molto caso, anche se l'animale di per sé è repellente! Per il resto, è la gente che fa la differenza, come sempre. E i bahamiani sono gentili e cordiali con gli stranieri e mettono grande allegria e gioia di vivere.

Attività. Nassau è famosa nel mondo per l'immersione con i Caribbean Reef Sharks, una top ten assoluta. E' la pratica dello Shark Feeding che permette l'assembramento di 30 - 40 squali alla volta per un'esperienza adrenalinica unica e imperdibile. Per il racconto della Shark Adventure vedi Gli squali dei Caraibi.

Shopping. Nei Liquor Store, dove si acquistano le gustose birre locali Kalik e Sands, sono in vendita bottiglie del Rum delle Bahamas, aromatizzato al cocco, delizioso! Lo stesso rum che viene usato per la preparazione dei Rum Cake, torte della tradizione locale. Infine, se rimane tempo, una visita al Graycliff Cigar Co, nell'hotel omonimo, permette di osservare i torcedores (torcitori di sigari cubani) all'opera. Sono gli autentici prosecutori della tradizione della Cuba anni '20, diretti (fino alla sua morte avvenuta di recente) dal torcedor personale del Lider Maximo Fidel Castro. Fascino d'altri tempi!

Questo/a opera pubblicato sotto una Licenza Creative Commons. | info@ | Disclamer | Policy privacy |