Materiali dal Sultanato dell'Oman


::Ottobre 2019::

Sultanato dell'Oman

Informazioni pratiche

Come arrivare. Volo Emirates da Bologna a Muscat via Dubai. Voli diretti Oman Air da Milano. Il taxi dall’aeroporto internazionale di Muscat a Mussanah impiega circa un’ora e mezza e costa 95 €.

Dogana e documenti. Visto d’ingresso da richiedere online sul sito della ROP - Royal Oman Police (per soggiorni di 10 giorni costo 5 OMR - 12 €). Il visto viene approvato in breve tempo, massimo una decina di giorni.

Valuta e tasse. La moneta nazionale è il Riyal dell’Oman (OMR). E’ una valuta forte (cambio 1 OMR = 2,50 €).  All’aeroporto di Muscat il cambio di Euro in valuta locale comporta l’applicazione di una commissione alta, non è conveniente.

Telefono e Internet.  Il collegamento WiFi è molto esteso e ha una buona copertura. Al Millenium Resort di Mussanah WiFi gratuito, utile anche per chiamate via Whatsapp.

Elettricità: Voltaggio 240 V. Le prese sono a tre lamelle piatte o due tonde. Conviene sempre munirsi di adattatore universale.

Clima. Il periodo migliore per visitare l’Oman va da ottobre a marzo, quando le temperature dell’aria sono meno afose e quelle dell’acqua variano dai 24 ai 28 gradi nel Golfo dell’Oman. Nelle isole Daymaniyat settembre e ottobre sono i mesi migliori per incontrare lo squalo balena. All’interno degli hotel, resort e luoghi chiusi, l’aria condizionata è sempre molto alta.

Lingua. La lingua ufficiale è l’arabo. L’inglese è parlato correntemente un po’ ovunque.

Fuso orario. L’Oman è tre ore avanti rispetto all’Italia.

Attività. Le immersioni subacquee nella Riserva Naturale delle isole Daymaniyat, considerate il gioiello dell’Oman e delimitate come Area Protetta, sono un tuffo nella sorpresa e nella meraviglia. Il fondale omanita è avvolto da una luce verdastra, dove miriadi di meravigliose e bizzarre creature si muovono: coloratissimi nudibranchi, decine di seppie giganti, le pastinache nere e le razze coda di vacca. E ancora cavallucci marini purpurei, le tartarughe marine e le murene tassellate. Infine gli squali leopardo e le aquile di mare tutte nere. Ma a settembre e a ottobre la meraviglia si declina al suo massimo splendore, perché subacquei e apneisti si troveranno in acqua con uno dei giganti più gentili degli oceani, lo squalo balena. Le escursioni nel deserto e lungo i wadi danno la dimensione di fascinazione di questo paese così riservato e misterioso che incanta l’anima.

Mance. Particolarmente apprezzate, da lasciare nella misura del 5 – 10% a tutti coloro che erogano un servizio e che sono impiegati al nostro servizio.

Cultura e società.  A differenza della vicina Dubai, qui in Oman non si costruisce in spregio alle più elementari norme di buon senso, ma secondo precise regole urbanistiche e di sostenibilità. E’ uno dei sintomi di profondo rispetto e amore per la loro terra quello che induce gli omaniti a preservare gelosamente la bellezza del loro paese, tanto da proteggerlo sia dalle brutture di un eccessivo consumismo e di una sproporzionata commercializzazione, sia dal punto di vista delle tradizioni, di cui sono molto orgogliosi. Caffè e datteri sono il segno dell’ospitalità degli omaniti, un popolo semplice e accogliente, che rende l’Oman un paese che fa innamorare di sé e che fa sentire profondamente la sua mancanza.

Questo/a opera pubblicato sotto una Licenza Creative Commons. | info@ | Disclamer | Policy privacy |